I momenti di crisi sono le più grandi opportunità che ha l’uomo per evolvere.

Le crisi consentono all’essere umano di esplorare gli aspetti di sé che fino a quel momento non aveva voluto vedere o non sapeva esistessero.


L’evoluzione è conseguente alla crisi fintanto che diamo l’opportunità ai nostri corpi (mentale, emotivo, astrale e fisico) di manifestarsi,
di essere ciò che nel qui e ora vogliono mostrare.

Alle crisi è spesso associato il sentimento della PAURA perchè viene vissuta e vista (non osservata) come una condanna e non come un opportunità.

Questo in gran parte, è dovuto ai retaggi emotivi e mentali che si sono depositati nell’essere umano negli anni, stratificandosi all’interno.

….i limiti dell’identificazione…

Ci identifichiamo con queste forme pensiero credendo di essere noi, invece siamo molto altro…Siamo tutto ciò che sentiamo di essere.

Attenzione a non farsi ingannare dai falsi miti, dalle false credenze, dal credere di più all’altro che a se stessi.

Si parte sempre da se stessi per poi tornare all’altro, mai il contrario.

E’ probabile che attorno a noi ci saranno sempre di più persone che seguiranno energie che non condivideremo in nessuna parte, ebbene li c’è la soluzione, li c’è il PORTALE che ci consente di confermare chi siamo davvero.

Come sappiamo bene l’esterno ci fa da specchio e quello che sentiamo, pensiamo e proviamo ci si manifesta fuori e ci ricorda chi siamo, non chi vorremmo essere.

Vi domando: quello che provate lo sentite vostro? è vostro davvero? se è vostro è una bella notizia: avete del materiale da trasformare da piombo in oro.

Amare chi siamo ora, è il passo successivo a riconoscere la ‘nostra’ CRISI.
Non esiste crisi esteriore che non sia risuona con una parte interiore di noi.

Le domande da porci sono: quale aspetto interiore in questo momento di difficoltà, si sta illuminando dentro di me? quali corpi (mentale, emotivo, fisico, ecc), questo disagio sta facendo emergere e sul quale ho l’opportunità di lavorare?

Porsi domande apre il proprio mondo interiore all’intelligenza universale, mentre l’auto-osservazione e la presenza nel qui e ora trasmuta le emozioni cosiddette ‘basse’ in emozioni pure ed elevate: le emozioni superiori.

Fatta questa doverosa premessa, ora indicherò degli strumenti per trasformare il disagio generato dalle crisi… per far si che siano a tutti gli effetti delle opportunità.

Lo farò, come oramai sapete, suggerendo metodi naturali, che rispettino la vostra anima e che permettano a ognuno di voi di stimolare qualità già presenti, riattivando la vostra forza vitale

….la parola agli oli essenziali….

Gli oli essenziali che sono in grado di contrastare e gestire la paura sono:

limone, bergamotto, solidago, basilico e sandalo.

Possono essere utilizzati direttamente sugli organi cosiddetti ‘fragili’ e più colpiti dalla paura quali: polmoni, reni, polsi, tempie, collo

applicandoli con l’intenzione di di stimolare la vostra autoguarigione, sono degli ottimi aiutanti

Una “emozione”, per quanto fisiologica e importante, se perdura nel tempo e non si trasforma in un sentimento produttivo, cioè in un’energia positiva, va a indebolire il sistema energetico del corpo.

…la parola alla medicina cinese tradizionale…

secondo la medicina tradizionale cinese la PAURA portata all’ennesima potenza e che non sia solo strumento che l’anima utilizza per gestire i corpi, è data da uno squilibrio di energia Qi circolante nel corpo fisico.

questa energia va mantenuta in equilibrio giorno dopo giorno prendendosi cura di se stessi, e per questo possono essere usati diverse tecniche energetiche, la riflessologia plantare risulta di grande aiuto

con la riflessologia plantare integrata andremo a lavorare sui reni e i surreni che producono il cortisone in quantità erronee se ricevono stimoli esterni eccessivi

Teniamo conto che le ghiandole endocrine sono controllate e gestite al livello ormonale dall’IPOFISI, che si trova nella nostra scatola cranica e che è molto sensibile ai nostri cambi di umore

Gli organi che vengono più colpiti dal senso di paura, inadeguatezza, sicurezza di sé e panico sono:

  • Reni
  • Cuore
  • Circolazione sanguigna che è SEMPRE associata a quella linfatica

La circolazione linfatica e sanguigna non potrebbero esistere l’una senza l’altra…si compensano e si aiutano per apportare sostanze nutritive agli organi e portare via sostanze di scarto

…la parola al mondo della naturopatia…

per affrontare la paura della paura consiglio l’utilizzo di:

  • cisto MG
  • OLIGOELEMENTO manganaese- cobalto

non hanno particolare contro indicazioni ma consiglio sempre di confrontarsi con il propio terapeuta di fiducia.

…… nei prossimi post seguiranno altre indicazioni e suggerimenti….

Sara D’agostini

Dott.ssa in biologia specializzata in ecologia – Consulente, Naturopata, Floriterapeuta (fiori di Bach), Riflessologa plantare (integrata), Cristalloterapeuta, Pranoterapeuta e Terapeuta Spirituale


twitter: @medicinacineseS

 © RIPRODUZIONE RISERVATA- © TUTTI I DIRITTI RISERVATI
note legali – consultare le note legali e informative, presso questa sezione