Eccomi di nuovo a parlarvi di un altro disturbo piuttosto comune e con molte variabili: IL MAL DI SCHIENA

Il mal di schiena può colpire a qualsiasi età. E’ considerata una vera e propria patologia che riguarda spesso coloro i quali hanno un peso eccessivo, hanno una ridotta mobilità e anche che si trovano in uno stadio di ansia e depressione che portano a ripercussioni sulla schiena.

Le cause

  • strappi muscolari o tendinei
  • ernie
  • artrite
  • problemi alla colonna vertebrale
  • osteoporosi.
  • bruxismo

Ce ne sono anche altre che andranno valutate assieme a una serie di sintomatologie

I sintomi

Per taluni aspetti sintomi e cause, si interscambiano

La medicina cinese tradizionale

In medicina tradizionale cinese la colonna vertebrale appartiene all’elemento acqua a cui appartengono anche i reni

Secondo la medicina cinese tradizionale il ‘male alla schiena’ fa pensare alla difficoltà a stare dritti nella vita, a camminare fieri e sicuri di se, lungo il proprio percorso. E all’opposto di chi ha un iperestensione della schiena che può far pensare a una persona eccessivamente sicura di se.

Ma andiamo per passi e entriamo nel dettaglio

La colonna vertebrale, che spesso è coinvolta in questo disturbo, rappresenta il collegamento del cielo e della terra, dell’alta e del basso, dell’azzurro e del marrone.

Su questo, dopo vi indicherò alcuni cristalli utilizzati secondo una certa eterocromia energetica.

La colonna vertebrale che attraversa la schiena rappresenta il sistema nervoso centrale da cui partono gli impulsi principali che si andranno a diffondere per tutto il corpo.

La schiena accoglie la colonna vertebrale ma è anche prossima ai visceri dell’addome; spesso delle ”fitte alla schiena” corrispondono a disfunzioni localizzate al livello dei visceri addominali.

Uno degli squilibri di lunga data della Vescica si manifestano con scoliosi o curvatura della schiena, mal di schiena, lombalgia, sciatalgia, spesso accompagnate da sensazioni di freddo.

Ultimo aspetto riguarda un eccesso di calore: questo comporta una liberazione eccessiva di vento da Yang che può portare anche a vertigini, cefalea e mal di schiena.

La Riflessologia plantare integrata

Come oramai sapete bene, con la riflessologia plantare integrata si può andare a lavorare sia su punto riflesso dell’organo, viscere e parte del corpo sia sulle emozioni annesse

Andrò ad agire sulla colonna vertebrale sia per stimolare una distensione del sistema nervoso e quindi dello stato emotivo generale della persona che per favorirne il rilassamento.

Inoltre agendo sulla colonna vertebrale, vertebra per vertebra andrò ad agire sugli organi connessi ai nervi che nascono da ciascun punto. Questo consente uno stimolo ‘a cascata’ degli ormoni endocrini con effetto sui muscoli che ne risulteranno più distesi.

la mano del terapeuta agisce lungo il percorso della colonna vertebrale

Sembra contorto ma non lo è… il nostro corpo è interconnesso; agire su un elemento come l’ACQUA significa equilibrare il FUOCO e cosi via

Il muscolo trapezio e sternocleidomastoideo sono spesso coinvolti nella sintomatologia da male alla schiena, perciò andrò ad agire anche su questi per apportare un senso fgenerale di distensione.

Un altro metodo che utilizzo spesso in questi casi sono le tecniche di supporto

Ce ne sono di differenti tra cui: scollamento della spalla- allungamento della colonna- tecnica dell’onda -pretecnica della schiena. Sono delle manovre he compio su alcuni punti specifici per far scorrere meglio l’energia e agire direttamente sulle zone più interessate dal disturbo.

Le applico prima del trattamento di riflessologia plantare

Molti mal di schiena vengono alleviati agendo sulla circolazione linfatica centrale

Atro aspetto di cui tengo conto per tale disturbo è la tecnica metamorfica che agisce energicamente dalla punta dell’alluce al tallone per ripercorrere i nove mesi di gestazione e entrare di nuovo in risonanza con aspetti inconsci e profondi dell’inconscio

Poniamoci delle domande??

Eccomi alla sezione dove pongo degli interrogativi in merito a queste tipologie di disturbi per poter ‘scavare’ a fondo del nostro inconscio

Nel caso di una scoliosi la domanda da porsi è:

  • volevo forse piacere a mio padre o a mia madre senza sentirmi da loro sostenuto nella crescita?

Nel caso di lordosi:

  • mi sono sentito sminuito, denigrato?

Nel caso di cifosi:

  • Mi sono sentito schiacciato dal peso della vita?

La zona della colonna vertebrale si divide in 5 zone quindi volendo, per ciascuna possono essere poste anche domande più specifiche

Lasciate le domande in sospeso, permettendo al vostro essere profondo di emergere

La fitoterapia

L’artiglio del diavolo può alleviare il mal di schiena

Può essere assunto in capsule, tintura e unguento ma ha diverse controindicazioni da valutare.

La cristalloterapia

Per le ossa suggerisco:

  • fluorite

Per il portamento eretto:

  • quarzo rutilato

Nel primo caso a seconda di dove è localizzato il disturbo si può applicare sulla zona oppure sul chakra interconnesso

Nel secondo caso può essere portato all’altezza della zona viscerale

Buona rimessa a nuovo a tutti!

Sara D’agostini

Dott.ssa in ecologia – praticante di Alchimia Trasformativa, scrittrice, Naturopata, Floriterapeuta (fiori di Bach), Cristalloterapeuta, Riflessologa plantare (integrata), Autodidatta, Pranic Healer e Operatore olistico/ Spirituale


twitter: @medicinacineseS

 © RIPRODUZIONE RISERVATA- © TUTTI I DIRITTI RISERVATI
note legali – consultare le note legali e informative, presso questa sezione