La Floriterapia è un potente strumento di indagine dei propri piani emotivi, mentali e fisici e ci permette di entrare in contatto con la nostra ANIMA.

attraverso i fiori di Bach lavoriamo sugli stati energetici e vibrazionali dell’individuo.

I rimedi floreali, quando vengono opportunamente trattati, rilasciano nell’acqua la loro energia, la quale può entrare in vibrazione con l’energia umana, trasformando gli stati d’animo in modo positivo. 

il floriterapeuta, a seconda dell’anamnesi che emerge nei vari incontri saprà coniugare i diversi fiori, abbinarli e indicarli.

infatti ciascun fiore ha il proprio campo energetico che permette di sviluppare la proprietà corrispondente.

A parer mio uno degli approcci più efficaci nell’azione dei fiori di Bach è quello olistico che considera l’essere umano nel suo complesso, considerando anche lo stato generale della persona.

infatti con la Floriterapia è possibile risolvere e trasformare gli stati di base di dolore, sofferenza, tristezza e malinconia.

E’ un percorso e la persona deve ‘ESSERE PRONTA’ per concedersi di evolvere.

Secondo E.Bach la malattia è il modo che l’anima ha di dirci che c’è qualcosa che non va e perciò occasione di ricerca e possibilità di superamento dei nostri limiti.

Sul piano ufficiale, la Floriterapia è un sistema terapeutico riconosciuto dall’OMS dal 1976


Il test kinesiologico mi consente di utilizzare la saggezza del corpo, per testare la correttezza dei fiori attraverso la reazione del sistema muscolo- nervoso.

MALATTIA E FLORITERAPIA

c’è infatti uno stretto collegamento tra malattia e personalità.

Come viene ben enunciato dalla medicina cinese tradizionale, a ogni organo corrisponde un emozione e a ogni emozione è connesso un organo di riferimento.

Quindi lavorando sull’emozione andiamo ad agire anche sull’apparato fisico stimolando un ri- equilibrio.

proprio per questo, va integrata sempre, sia la riflessologia plantare integrata che la Floriterapia, per un PERCORSO più completo.

IL DR. EDWARD BACH

Della Floriterapia ne è l’inventore e GRAN MENTORE IL DR. EDWARD BACH che dopo diversi studi comprese.

anche per via intuitiva che lo sviluppo della malattia in soggetti con temperamento diverso richiede un diverso approccio terapeutico

anche con questo principio si sposa benissimo la MTC (medicina tradizionale cinese)

Nell’approccio floriterapico si mette al centro del proprio mondo la persona stessa, ricordandole che è l’inizio e la fine di tutto è: ” conosci te stesso e porta te stesso nel mondo

Diventa quindi centrale il lavoro su se stessi, il rimettersi al centro del proprio mondo, della propria vita, ristabilire le priorità,

ascoltarsi e un passo alla volta trasformarsi dentro per poi agire fuori di noi.

il floriterapeuta accompagna la persona in questo lavoro su di se, passo dopo passo e con la compagnia dei fiori di Bach.

L’APPROCCIO SUPERIORE DELLA FLORITERAPIA

Altro aspetto della Floriterapia è approcciare ogni singolo individuo come essenza unica e far emergere la consapevolezza del nostro Sé Superiore, che sa da dove veniamo e cosa siamo venuti a fare al mondo.

Inoltre con i fiori di Bach si lavora sui corpo sottili, stimolando le energie ristagnanti e/o bloccate e ristabilendo il contatto con noi stessi e l’ascolto di sè.

Dr.ssa Sara D’agostini

Ciampino- Albano Laziale (castelli Romani)

twitter: @medicinacineseS

www.riflessologiaemedicinacinese.com

Albano Laziale, Ciampino e Castelli Romani

 © RIPRODUZIONE RISERVATA

 © TUTTI I DIRITTI RISERVATI