Quante volte avete sentito parlare della felicità? Ma poi cosa è davvero la felicità? è uno scopo da prefiggersi? una meta da raggiungere oppure un opportunità per evolvere?

Inizio questo articolo di spiritualità con delle domande che smuovono l’in-conscio singolo e collettivo permettendo di far emergere anche ciò che negate a voi stessi. L’INCONSCIO EMERGE COME FATTORE CONSCIO.

Se ritenete che la felicità sia una meta da raggiungere dopo aver ‘sistemato’ il lavoro, il partner, la casa, i figli, il matrimonio, ecc allora sicuramente starete tutta la vita a ricercarla senza ottenerla.

Cos’è la felicita? come si raggiunge?

La felicità è quella vibrazione energetica di profonda pace interiore che avvertite quando vi radicate letteralmente con tutta la vostra macchina biologica (apparato psico-fisico) al momento presente.

Il famoso QUI E ORA.

Provate ora a far questo esercizio: mentre leggete osservate il vostro corpo. Dove sta? Le sentite le gambe? bene…. ora osservate la vostra mente. A cosa sta pensando? bene…ora osservate il vostro cuore (emozioni), dove state con il sentire?

Questo breve ma intenso esercizio può avervi fatto comprendere che la maggior parte del tempo, non ci siete.

Come ho scritto ieri su twitter, non basta nascere per VIVERE.

Vi renderete presto conto, che uno dei 3 corpi è quasi sempre (se non sempre) impegnato e indaffarato in altro, diverso da ciò che state facendo o non facendo nel QUI E ORA.

La felicità dunque non si raggiunge ma la si diventa. La si incarna

Prima sentite dentro di voi vibrare l’emozione e la consapevolezza delle emozioni superiori eppoi all’esterno vi si manifesterà ciò che serve alla vostra evoluzione. Non avviene il contrario.

Voi siete il centro e il fulcro della vostra vita, perciò siete gli unici artefici e responsabili della felicità di cui vi circondate.

Responsabili all’ottava alta (beninteso). Gli approfondimenti li trovate negli altri articoli del mio sito.

Dunque non c’è da pre-occuparsi di diventare felici. Se proprio volete fare una cosa utile per voi, impegnatevi a mettere in pratica un lavoro spirituale di consapevolezza. Identificarvi come anime e imparare ad auto-osservare tutti i vostri meccanismi in modo da poter evolvere la vostra coscienza. Il resto verrà da se.

Per approfondimenti vi lascio alla pagina dove spiego cosa e come prendere coscienza di Se attraverso un lavoro di tipo energetico/spirituale.

L’dea che gli ostacoli e i problemi siano ‘sbagliati’ e in-giusti proviene da una visione distorta della realtà. Nulla è errato e la vita non sbaglia mai!

Ma questo lo dovrete sperimentare in prima persona, prendendo in mano le redini della vostra vita con consapevolezza e amore verso l’anima che incarnate.

Ricordatevi di volervi bene!

Puoi cliccare qui per acquistare il mio libro: Sei il mago della tua vita”

Un abbraccio di luce

Sara D’agostini

Dott.ssa in ecologia – praticante di Alchimia Trasformativa, scrittrice, Naturopata, Floriterapeuta (fiori di Bach), Cristalloterapeuta, Autodidatta, Pranic Healer e Operatore olistico/ Spirituale

Ciampino -Roma


twitter: @medicinacineseS

Non bisogna cercare di guarire il corpo senza guarire l’anima

 © RIPRODUZIONE RISERVATA- © TUTTI I DIRITTI RISERVATI
note legali – consultare le note legali e informative, presso questa sezione