La sacra femminilità è un tema che in questi ultimi anni è stato affrontato più volte, in tante modalità e per diversi punti di vista.

Viene spesso chiamato: FEMMININO SACRO

Letteralmente significa: energia femminile sacralizzata

Qui vi riporto un punto di vista complessivo che guarda sia alla coscienza del Se, che agli strumenti di supporto del Se.

Mi sembra ovvio dirvi (ma comunque lo ribadisco) che l’essenza femminile non c’entra nulla con il mostrarsi femmine. Anche perché è essa stessa un illusione.

Non ci si può ‘mostrare femmine’, femmine lo si E’. Non si tratta di aspetti esterni all’essere, al Se, bensì al centro energetico di ciascun individuo, all’essere stesso. il femminino sacro.

L’essenza femminile si manifesta nella sua perfezione attraverso manifestazioni, quali: accoglienza, intuito profondo, accettazione, perdono animico, dare nuova vita, generare nuove idee.

Questi e altri aspetti appartengono tutti alla cosiddetta LUNA.

D’altronde, la pietra che per eccellenza in cristalloterapia rappresenta il FEMMININO E LA DONNA NELLA SUA ESSENZA PROFONDA, è la pietra di luna.

La pietra di luna è bianca perlata. Una pietra splendida, che emana la percezione della sacralità del femminile. Emana energia di un qualcosa di intangibile tanto quanto perfetto.

La perfezione del femminile che risiede in ogni essere umano. ”La perfezione fatta donna” , si legge in alcuni testi.

L’attitudine femminile a creare vita, a portare vita e ad aprirsi a nuovi modi di sentire.

Un attitudine che tutti hanno ma pochi ne sono coscienti e quindi non le permettono di emergere.

E’ quell’aspetto del Se che necessita di ascolto e silenzio interiore.

Quel silenzio che apre le porte a un ignoto che però l’intuito conosce bene.

La femminilità è sacra e non è solo una frase filosofica, è una realtà di identificazione con il proprio Se che consente all’essere umano di ricongiungersi con se stesso.

Ricongiungersi con se stessi e bilanciare il maschile e il femminile. Le 2 energie comunemente citate nella medicina cinese tradizionale: Yin e yang

Il bilancio interiore si manifesta al massimo della sua essenza quando si compie un lavoro su di se e si riconosce il proprio Se superiore.

Arrivati a questo punto, tutto è sacralizzato, la vostra stessa vita, ogni istante, il QUI E ORA, ogni scelta che farete

L’energia fluisce liberamente verso orizzonti via via sempre più nitidi!

La manifestazione del femminile sarà l’essenza massima dell’intuizione accogliente.

Buon lavoro su di voi!

Sara D’agostini

Dott.ssa in ecologia – praticante di Alchimia Trasformativa, scrittrice, Naturopata, Floriterapeuta (fiori di Bach), Cristalloterapeuta, Riflessologa plantare (integrata), autodidatta, Pranic Healer e Operatore olistico/ Spirituale


twitter: @medicinacineseS

 © RIPRODUZIONE RISERVATA- © TUTTI I DIRITTI RISERVATI
note legali – consultare le note legali e informative, presso questa sezione