Sento spesso parlare di mancanza di auto-stima, sia tra chi fa un lavoro di consapevolezza interiore sia tra i meno avvezzi a questo mondo.

La maggior parte dei disturbi inerenti l’autostima riguardano il rapporto emotivo- mentale con i genitori o anche con solo uno di questi.

Amarsi e stimarsi viaggiano sullo stesso piano energetico, seppur a dover essere sincera appartengono ancora all’illusione della personalità che crede di poter acquisire delle ‘doti’ come fosse la raccolta dei punti per il latte.

Stimarsi e farlo in modo autonomo (autostimarsi) comporta una certa centratura e presa di coscienza e spesso la necessità di dover attraversare il trauma, il dolore, l’abbandono e il disagio attraverso l’accettazione profonda.

Mio malgrado, ogni volta che vi sono questi sentimenti di mancanza di apprezzamento verso se stessi, la causa la si può fra risalire sempre alla mancanza di AMORE e talvolta all’incapacità di amarsi.

Si. Incapacità.

Gli esseri umani in-cosciamente vorrebbero amarsi e hanno anche un vago ricordo di cosa significhi sentirsi amati dalla vita che li ha generati; infatti è da questa scintilla che scaturisce la voglia di prendersi cura di Se da un certo momento in poi della vita.

cè il ri-corso atavico dell’amore ma non si è più in grado di percepirlo in quanto tale. Oramai è sommerso da supposizioni, forme- pensiero ricorrenti, traumi non trasmutati, dolore, abbandono, condizionamenti. Insomma da tutto tranne che da Se stessi.

Come posso alimentare la mia autostima?

Esistono diversi strumenti per farlo, qui vi accenno qui ad alcuni suggerimenti che vi do in base alle applicazioni energetiche che effettuo nei percorsi di consapevolezza:

  • stare sull’emozione ogni qualvolta avvertite quel senso in-spiegabile (ma chiaro) di inadeguatezza verso il mondo.
  • potete utilizzare una fluorite, un cristallo magnifico che amplifica la sicurezza in voi stessi e vi rende coscienti
  • prendendovi cura di voi a partire dalle piccole cose quotidiane: iniziate a scegliere un attività che vi porta gioia e iniziate a introdurla nella vostra vita pochi minuti, ogni giorno
  • con i fiori di bach: il fiore per eccellenza è il LARCH che agisce sulla mancanza di fiducia profondo verso se stessi

Tutti questi suggerimenti possono andare ancora più in profondità con un percorso di consapevolezza.

Per affrontare alcuni aspetti di voi, che magari sono al buio da tempo, all’inizio è necessaria tanta volontà, dopo scoprirete che il vero motivo per il quale vi siete in-carnati in questa vita è affinché l’anima che siete apprenda le virtù evolutive.

Alla fine di tutto questo scoprirete che l’unico scopo che li racchiude tutti è amarsi per poi donare amore.

Un abbraccio di luce!

Puoi cliccare qui per acquistare il mio libro: Sei il mago della tua vita”

Un abbraccio di luce

Sara D’agostini

Dott.ssa in ecologia – praticante di Alchimia Trasformativa, scrittrice, Naturopata, Floriterapeuta (fiori di Bach), Cristalloterapeuta, Autodidatta, Pranic Healer e Operatore olistico/ Spirituale

Ciampino -Roma


twitter: @medicinacineseS

Non bisogna cercare di guarire il corpo senza guarire l’anima

 © RIPRODUZIONE RISERVATA- © TUTTI I DIRITTI RISERVATI
note legali – consultare le note legali e informative, presso questa sezione