ANEMIA E RIMEDI NATUROPATICI

L’anemia è una condizione in cui il numero di globuli rossi non è sufficiente a trasportare abbastanza ossigeno da soddisfare i bisogni dei diversi tessuti e organi del corpo. In realtà esistono diverse forme di questo disturbo. Anche la sua gravità può variare molto, passando dai casi di lieve entità a quelli molto gravi.

In genere si parla di anemia quando i livelli di emoglobina nel sangue sono inferiori a 13 g/dl nel caso dell’uomo o 12 g/dl nel caso della donna

 La riduzione dell’emoglobina può essere un problema temporaneo o cronico.

In generale è più esposto al rischio di anemia chi soffre di:

carenze vitaminiche (in particolare di vitamina B12, C o di acido folico) o di ferro, di disturbi intestinali (celiachia inclusa)-

mestruazioni troppo abbondanti, di malattie croniche come l’insufficienza epatica o renale, durante la gravidanza è più facile andare incontro a un’anemia da carenza di ferro.

I sintomi sono:

  •  stanchezza,
  • pallore
  • battiti cardiaci irregolari o accelerati
  • affanno respiratorio
  • dolori al petto
  • vertigini
  • problemi cognitivi
  • mani e piedi freddi
  • mal di testa

……la naturopatia…….

AROMATERAPIA

  • Olio essenziale di carota su una compressa neutra 3 volte al giorno per 3 giorni.
  • In un cucchiaino di miele, mettere una goccia di olio essenziale di thujanol timo e una goccia di olio essenziale di rosmarino. Dosaggio: 1 cucchiaio due volte al giorno per 3giorni.

FITOTERAPIA

◦ 100 grammi di foglie di menyantes (trifoglio d’acqua) in un litro di vino rosso dolce. Portare a ebollizione per un minuto e macerare per 3 giorni e filtrare. Dosaggio: 1 cucchiaio a ogni pasto fino al miglioramento.

  1. LITOTERAPIA
    • Da indossare: granato almandino, pirite, ambra, ematite.
    • Se carenza di vitamina B12: rame o rubino.
  2. TECNICHE AGGIUNTIVE: Elioterapia, Bagni caldi. 
  3. ALIMENTAZIONE: Dare priorità alimenti ricchi di ferro (carne rossa, fagioli), proteine, minerali e vitamina B12 (tuorlo d’uovo, carni bianche, pesce, crostacei, prodotti lattiero-caseari ad eccezione del burro).

…..la Floriterapia……

un possibile significato energetico dell’anemia si può ricondurre a profondi traumi immediati o atavici che portano la persona a lasciarsi andare e a non voler afferrare la vita che vuole

la mancanza di ferro porta a debolezza e spossatezza che è un simbolo del volersi abbandonare e lasciarsi andare, senza utilizzare la forza per afferrare con coraggio la propria vita

il ferro rappresenta anche la durezza e la fermezza che spesso manca in situazioni di disagio e di disfunzione tra corpo e anima. la stanchezza è una conseguenza di questo atteggiamento emotivo e mentale.

quindi i fiori consigliati sono:

  • Olive (Olivo), per chi è esausto a causa di fatica fisica o mentale
  • -Holly abbassa lo stato infiammatorio

…..la riflessologia plantare integrata…..

se c’è una problematica di ANEMIA, attraverso la riflessologia plantare vado a lavorare, come sempre, su tutti gli organi ‘base’, per sostenere il benessere generale del corpo, poi nello specifico andrò a stimolare la MILZA

la milza un organo linfoide impari che si trova nella cavità addominale, nell’ipocondrio sinistro. La sua funzione principale è di regolare la crasi cellulare e umorale del sangue: i globuli rossi vengono distrutti e il ferro recuperato. Svolge anche un’importante funzione per la risposta immunologica.

successivamente mi focalizzo sulla stimolazione del sistema sanguigno sia venoso che arterioso

una disfunzione al livello dei globuli rossi in medicina cinese rappresenta assieme allo stomaco l’elemento TERRA che sostiene e nutre le nostre capacità di essere in vita collegati alla madre terra che protegge, accoglie e nutre.

Come spesso indico nei miei post, scollegarsi dalle nostre origini profonde e dal contatto con l’anima può generare disturbi e/o malattie, semplicemente perchè non rispettiamo noi stessi

il corpo ci parla e ci segnala per tempo quando non siamo in contatto con la nostra anima, prima che si manifesti il disturbo.

NOI CI ASCOLTIAMO? CI CONCEDIAMO IL TEMPO DI ASCOLTARCI?

il colore che consiglierò alla persona che viene da me con un disturbo anemico è il giallo e il chakra che vorrò stimolare è il PLESSO SOLARE


Dr.ssa Sara D’agostini

Biologa, Naturopata, Floriterapeuta (fiori di Bach), Riflessologa plantare (integrata) e Ricercatrice Spirituale

Albano Laziale, Ciampino e Castelli Romani (Roma)

twitter: @medicinacineseS

www.riflessologiaemedicinacinese.com

IL DOLORE È CIO’ CON CUI CI IDENTIFICHIAMO QUANDO NON CONOSCIAMO NOI STESSI

 © RIPRODUZIONE RISERVATA

 © TUTTI I DIRITTI RISERVATI
note legali – consultare le note legali e informative, presso questa sezione

LA TIROIDE: IPERTIROIDISMO E IPOTIROIDISMO

Tiroide e paratiroidi

La tiroide è una ghiandola endocrina fondamentale per l’organismo umano. E’ supportata dalle ghiandole paratiroidi, che sono a loro volta ghiandole endocrine.

Le paratiroidi sono quattro piccole ghiandole situate, a due a due, sulla faccia dorsale della tiroide; la loro funzione principale è quella di regolare la quantità di calcio nel sangue attraverso la produzione dell’ ormone Paratiroideo (PTH)

La tiroide regola il ritmo metabolico cellulare e produce ormoni (messaggeri): gli ormoni tiroidei (T3 e T4) vengono secreti dalla tiroide in risposta all’ormone ipofisario TSH, la cui produzione è a sua volta regolata dallormone ipotalamico TRH. Il TSH, o tireotropina, è una glicoproteina prodotta dalle cellule tireotropre dell’ipofisi.

Ho appena nominato l’ipofisi: un altra ghiandola endocrina fondamentale, la cosiddetta ghiandola madre o ghiandola di tutte le ghiandole endocrine

Regola la funzione e la produzione ormonale di tutte le ghiandole endocrine.

Passiamo ora a parlare delle disfunzioni possibili della tiroide e ai loro rimedi naturopatici e di medicina cinese che consentono il ristabilirsi dell’equilibrio omeostatico

Ipertiroidismo e ipotiroidismo

L’ipertiroidismo è una condizione caratterizzata dalla presenza in circolo di quantità eccessive di ormoni tiroidei (tiroxina,T4 e triiodotironina, T3)

La sintomatologia tipica è: 

  • perdita improvvisa di peso,
  • aumento dell’appetito,
  • tachicardia, aritmia
  • palpitazioni,
  • ansia,
  • nervosismo
  • irritabilità
  • tremori e sudorazione intensa,
  • irregolarità mestruali
  • intolleranza al caldo
  • disturbi intestinali
  • stanchezza e debolezza muscolare
  • disturbi del sonno
  • assottigliamento della pelle e capelli fragili. 

L’ipotiroidismo è una sindrome dovuta ad una insufficiente azione degli ormoni tiroidei a livello dei vari tessuti; questo avviene quando la tiroide non produce una quantità sufficiente di ormoni e determina uno squilibrio in tutto l’organismo

La sintomatologia tipica è:

  • Stanchezza e sonno eccessivo
  • Eccessiva sensibilità al freddo
  • Costipazione
  • Secchezza e pallore della pelle
  • Gonfiore al volto e alle palpebre
  • Voce rauca
  • Debolezza e crampi muscolari
  • Elevati livelli di colesterolo nel sangue
  • Periodi mestruali irregolari
  • Capelli assottigliati
  • Depressione
  • Problemi di memoria, eloquio lento
  • Rallentamento della frequenza cardiaca

Queste disfunzioni vengono considerate perlopiù incurabili o si dice che non possano essere prevenute.

Rispondo a queste affermazioni con i consueti 3 approcci:

Naturopatia, Floriterapia e riflessologia plantare integrata.

…….con la naturopatia

5° chakra

La tiroide è la ghiandola di riferimento del 5° chakra o chakra della gola che rappresenta la comunicazione, la capacità di esprimere la verità della vita attraverso di noi

è rappresentato dal colore azzurro e regola anche la temperatura corporea.

attraverso la fitoterapia è possibile regolarizzare la tiroidite, vediamo in dettaglio:

l’erba di grano è un superalimento, che riduce i problemi alla tiroide e se è per questo anche l’acidità dell’organismo.

La verbena o l’eucalipto come oli essenziali, sono molto utili sia per aspirazione diretta con suffumigi ,che attraverso diffusione nella stanza

(attenzione che la verbena non va assunta contemporaneamente a antinfiammatori, antibiotici o ormoni)

….la Floriterapia

l’utilizzo dei fiori di Bach idonei a questo tipo di disfunzione riguarda la trasformazione della causa che porta la persona a reprimere la propria espressione

questo può comportare utilizzare un linguaggio verbale costellato da bugie oppure di verità non dette

per verità intendo la nostra profonda verità animica. ognuno di noi ha una saggezza interiore che va espressa senza paure nel rispetto di noi stessi

i fiori che suggerisco per il riequilibrio del chakra della gola sono:

water violet e wild oat ci permettono di lavorare su di noi attraverso l’espressione della verità e della comunicazione verso l’esterno

il ‘blocco’ alla gola indica una difficoltà a comunicare chi siamo al mondo esterno a noi, talvolta per paura di essere giudicati o abbandonati

….la riflessologia plantare integrata

con al riflessologia plantare o massaggio plantare andrò a lavorare sul punto riflesso della tiroide e dell’ipofisi

l’ipofisi regola la tiroide

in medicina cinese l’elemento terra comprende le ghiandole endocrine; la terra si pone al centro e rappresenta la neutralità, la stabilità. E’ il punto di equilibrio tra le forze yin e yang ed è il centro vitale da cui gli altri elementi prendono l’energia per la trasformazione. E’ la Madre Terra, la Dea Terra, la nutrice, la matrice di tutte le forme.

l’organo che andrò a stimolare per indurre il corpo all’autoguarigione e a rafforzare il sistema immunitario è la milza, un organo linfoide impari.


Dr.ssa Sara D’agostini

Biologa, Naturopata, Floriterapeuta (fiori di Bach), Riflessologa plantare (integrata) e Ricercatrice Spirituale

Albano Laziale, Ciampino e Castelli Romani (Roma)

twitter: @medicinacineseS

www.riflessologiaemedicinacinese.com

IL DOLORE È CIO’ CON CUI CI IDENTIFICHIAMO QUANDO NON CONOSCIAMO NOI STESSI

 © RIPRODUZIONE RISERVATA

 © TUTTI I DIRITTI RISERVATI
note legali – consultare le note legali e informative, presso questa sezione

ALLERGIE E INTOLLERANZE

In merito alle allergie e alle intolleranze è doveroso fare una premessa:

non confondiamo le allergie dalle intolleranze

Le allergie sono re-azioni del corpo, determinate da un elemento estraneo che entra in contatto con il nostro sistema di difesa, determinando l’azione antigene- anticorpo.

le allergie alimentari più comuni sono date da:

  1. PROTEINE DEL LATTE VACCINO
  2. NOCI, NOCCIOLE, MANDORLE E ARACHIDI
  3. ALTRE ALLERGIE (agli acari, stagionali, respiratorie)

Le intolleranze invece, non coinvolgono il sistema immunitario:

  1. INTOLLERANZA AL LATTOSIO (enzima: LATTASI)
  2. INTOLLERANZA AL GLUTINE: pareti dell’intestino si danneggia
  3. L’INCAPACITA’ DI DIGERIRE ALCUNE SOSTANZE

Come sempre, affronterò l’argomento da 3 punti di vista:

NATUROPATICO

FLORITERAPICO

RIFLESSOLOGIA PLANTARE INTEGRATA

allergie e naturopatia….

per le allergie alimentari è necessario individuare l’alimento che provoca la reazione, andando per esclusione ed applicando UNA MONODIETA.

in questo modo si riuscirà a identificare l’alimento ‘incriminato’ eppoi reintrodurre gradualmente gli alimenti di una dieta bilanciata.

tutto ciò, tenendo conto delle sessioni da effettuare, sempre sotto controllo di un professionista

ad ogni cambio di stagione va effettuato un digiuno a base di acqua e inseriti i prebiotici giorno dopo giorno

per allergie stagionali o respiratorie è consigliato consumare del miele biologico per desensibilizzare il corpo dal polline. Bisogna iniziare circa 2 mesi prima del periodo dell’allergia e continuare fino alla fine della stagione.

un buon suggerimento è anche quello di effettuare dei lavaggi frequenti al naso attraverso acqua tiepida e pochissimo sale iodato per rimuovere eventuali polveri sottili o simili che si sono depositati

questa tecnica rafforza anche il sistema immunitario, in quanto stimola una profonda respirazione

l’ortica è un antistaminico naturale che può essere utilizzato alla bisogna, in capsule

per l’allergia agli acari si consiglia di ripulire l’aria con un deumidificatore a filtri e di utilizzare l’ambra come pietra purificatrice da tenere sul comodino o da portare al collo

tra i fitoterapici, il Ribes Nero come decotto o pastiglie è super consigliato per attenuare l’allergia

la diagnosi di un allergia o un intolleranza viene sempre diagnosticata da un medico specialista

…..le intolleranze

per le intolleranze agirò agendo sul sistema immunitario e sul sistema digerente; andrò poi ad indagare sugli aspetti psico-emotivi che coinvolgono la persona, nel qui e ora

in questa anamnesi non escluderò di indagare sull’aspetto animico

Floriterapia per allergie e intolleranze

BEECH

i fiori di Bach al livello pratico, sono ottimi aiutanti per sostenerci nei momenti di fastidio di un allergia o intolleranza

tra questi annoveriamo: Impatiens e Beech

impatiens per sviluppare la pazienza e la centratura necessaria ad affrontare i tipici fastidi di questi disturbi

Beech aiuta con le allergie e le intolleranze , anche alimentari

ricordo che i fiori di bach sono molto utili per ripulire il corpo e disintossicarlo, elementi fondamentali in un contesto allergico

riflessologia plantare integrata

Il Fegato è un organo fondamentale per l’inizio di ogni ciclo vitale detta anche fase LEGNO. Un eccesso di energia in questo organo, si manifesta con rabbia, grida, gelosia, tentativo di controllare gli altri.

A loro volta queste manifestazioni danneggiano il Fegato. A livello fisico invece si manifesta con pressione alta, rigidità, e allergie.

dunque sarà fondamentale come primo passaggio agire sul punto riflesso di fegato e cistifellea e osservare il colore del punto riflesso corrispondente per definire eventuali ulteriori disfunzioni

attraverso i punti riflessi andrò a lavorare anche sul sistema immunitario: superiore, inferiore, centrale, addominale e ascellare.

inoltre agisco sul chakra della gola e sull’Ipofisi, la ghiandola endocrina per eccellenza, che regola le principali funzioni ormonali e che va sempre trattata quando c’è una disfunzione omeostatica

il piano psico-emotivo e animico….

le allergie e le intolleranza rappresentano la nostra intolleranza verso persone o situazioni che non riusciamo ad affrontare e a comprendere con consapevolezza che non sono adeguati per la nostra vita

come ricordo sempre, il corpo ci parla, quindi ascoltiamolo.

facciamo in modo che i disturbi e le malattie siano occasioni per lavorare sui nostri stati emotivi, anemici e mentali in modo da trasformare il piombo in oro

tutto ciò che ci fa prurito, che ci da fastidio e che non va bene per la nostra vita si manifesta come può. Sfoga la sua essenza per manifestarsi e catturare la nostra attenzione.

le malattie e i disturbi sono sempre indice di uno squilibrio e un disaccordo tra anima e personalità.

ascoltiamoci!


Dr.ssa Sara D’agostini

Biologa, Naturopata, Floriterapeuta (fiori di Bach), Riflessologa plantare (integrata) e Ricercatrice Spirituale

Albano Laziale, Ciampino e Castelli Romani (Roma)

twitter: @medicinacineseS

www.riflessologiaemedicinacinese.com

IL DOLORE È CIO’ CON CUI CI IDENTIFICHIAMO QUANDO NON CONOSCIAMO NOI STESSI

 © RIPRODUZIONE RISERVATA

 © TUTTI I DIRITTI RISERVATI
note legali – consultare le note legali e informative, presso questa sezione

Salve, posso esserle di aiuto?
Powered by